Perpetual Loyal vince con record la Rolex Sydney to Hobart Yacht Race 2016

Il supermaxi da 100 piedi di Tom Slingsby e Anthony Bell ha tagliato per primo il traguardo in Tasmania concludendo le 628 miglia marine in 1 giorno, 13 ore, 31 minuti e 20 secondi migliorando quanto fatto da Wild Oats XI nel 2012 di quasi 5 ore

Schermata 2016-12-28 alle 11.22.15

Di Edoardo Ullo

Vittoria e record assoluto per Perpetual Loyal che ha tagliato per primo il traguardo della celebre regata d’altura Rolex Sydney to Hobart, giunta alla 72esima edizione.

Il supermaxi da 100 piedi degli skipper Antony Bell e Tom Slinsby ha letteralmente disintegrato il primato precedente che apparteneva a Wild Oats XI dal 2012 chiudendo le 628 miglia di regata che separano Sydney da Hobart in 1 giorno, 13 ore, 31 minuti e 20 secondi. Perpetual Loyal ha fatto meglio di 4 ore e 51 minuti. Un risultato reso che è maturato grazie anche alle ottime condizioni di vento da Nord Est per tutta la traversata.

Perpetual Loyal, dato per outsider alla vigilia, ha tagliato il traguardo alle 2,31’,20” locale del 28 dicembre (ossia le 16,31 del 27 dicembre qui in Italia) dopo aver risalito la temuta (e non solo per il nome) Storm Bay ed il fiume Derwent nella notte australiana.

“Abbiamo lavorato molto per questa vittoria – ha detto Bell che non voleva partecipare alla gara – così tante persone hanno creduto in questo e siamo stati ripagati.

Avevano un paio di assi nella manica: sapevano di poter navigare più velocemente di quanto previsto in condizioni normali; sapevano già che avevamo una barca migliore per il clima pesante rispetto a Wild Oats e, questa volta, avevano preparato correttamente la regata”.
Poi, l’equipaggio, ha visto i problemi di Wild Oats XI, tra i favoriti per la vittoria, fermarsi per un problema tecnico:

“E’ stato triste vedere loro rottura – ha detto Bell – lo abbiamo visto a breve distanza: eravamo a meno di un miglio da loro. Abbiamo visto l’inclinazione della barca e li abbiamo visti fermarsi all’improvviso. Abbiamo pensato che avevano potuto avere un uomo dell’equipaggio in mare. Abbiamo comunicato via radio che eravamo pronti a fermarci per aiutarli. Per fortuna non era così. Nessuno si era fatto male e non ci siamo dovuti fermare. Abbiamo pensato che eravamo stati fortunati… ma queste sono le regate”.

Altri due equipaggi in queste ore hanno concluso la regata. Si tratta di Giacomo, un Volvo 70 con a bordo Francesco Mongelli come navigatore, e capitanato da Steve Cotton è giunto secondo superando Skallywag, un Dovell 100 piedi con skipper David Witt.

Tutto da scrivere, e lo sarà nelle prossime ore notturne in Italia, l’esito della classifica in tempo compensato (IRC) che assegna la Tattersall’s Cup.

Sito della regata: http://www.rolexsydneyhobart.com/news/2016/day-3/loyal-skipper-and-his-crew-maintained-their-faith/

Schermata 2016-12-28 alle 11.22.48

Race start


Inserito da Redazione 28 dicembre 2016
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


ESplora le webcam