Vela: Al toscano Torzoni la nazionale Windsurfer di Vindicio

Dopo il successo della Grimaldi Cup di Barcellona la Classe di tavole a vela si è ritrova sabato 17 e domenica 18, nel cuore del Golfo di Gaeta, nella spiaggia di Formia per l'ultima nazionale dell'anno. Successo di categoria per Alessandro Torzoni (Pesanti) Luca Frascari (leggeri) e Marta Camarano (femminile).

di Guido Amato

E’ ormai definitivamente partita la marcia di avvicinamento agli attesissimi Campionati Italiani Open Windsurfer di Mondello che, con i due magnifici giorni della Nazionle di Vindicio appena conclusasi, non poteva sperare di avere volata migliore.
 
È stata sino ad adesso una stagione intensa di avvenimenti, che ha saputo regalare ad ogni appuntamento momenti di sana competizione, divertimento, sorrisi ed abbracci sinceri ed anche questo weekend è stato assolutamente all’altezza delle aspettative.
 
Dopo il successo della Grimaldi Cup di Barcellona la Classe si ritrova, nel cuore del Golfo di Gaeta, sul litorale di Vindicio, spiaggia di Formia che vanta negli ultimi anni il raggiungimento delle Tre Stelle di balneabilità e che per la sua ventosità è meta di molti surfisti nonché sede di molte scuole e spot di windsurf.
 
Tra questi il più frequentato dai surfer puri è il Centro Velico Vindicio “Officina dei Venti” che sicuramente la Classe ricorderà per la piacevolissima location, l’ottima organizzazione, l’ospitalità, la professionalità e la simpatia dello staff, capeggiato dal presidente Guido.
 
Appuntamento come di consueto al Sabato mattina con i 26 partecipanti giunti, anche in questo caso, da tutta Italia per espletare le formalità di rito e per la prima presa di contatto con il campo di regata.
Per fortuna le previsioni meteo, che annunciavano pioggia battente sin da ora di pranzo e poco vento, vengono smentite.
 
Vento irregolare da nord-ovest d’intensità circa 8/10 nodi con molti salti e raffiche rendono le prime tre prove un “menù” adatto ai palati decisamente più raffinati.
Lo spettacolo offerto è comunque di alto profilo: la partenza è unica per tutte e tre le categorie (leggeri, pesanti e donne), la flotta viaggia sempre molto compatta sino agli arrivi, gli ingaggi così come i recuperi e relativi sorpassi si alternano con straordinaria frequenza sino al termine della giornata del sabato.
 
La pioggia (che arriva ma per fortuna in ritardo) non raffredda gli entusiasmi degli atleti entusiasti della lotta, molti dei quali si riversano in acqua per un ulteriore bagno sotto un vero e proprio acquazzone.
 
Nella categoria dei leggeri il presidente Luca Frascari regola tutti davanti ad Alessandro Minei (che si conferma ad alti livelli dopo l’exploit di Barcellona) e l’altoatesino ed agguerritissimo Diego Gallmetzer.
Tra i pesanti è il “solito” Alessandro Torzoni ad essere primo di giornata davanti ad Alberto Gange ed il francese Cristophe Gilles, autore di tre ottime prove.
 
Per le donne Marta Cammarano, peraltro quinta nella classifica assoluta, va a riposo davanti a Manuela Arcidiacono ed all’esordiente in Windsurfer Giorgia Paternoster da Palermo.
Quest’ultima partecipa per la prima volta insieme all’altra palermitana Federica Sorbello, entrambe disimpegnatesi egregiamente su un tavola di sicuro non per tutti.
 
Tutti a terra, dunque, e pronti per la cena anch’essa organizzata dall’ Officina dei Venti che è riuscita ad abbinare quantità ed ottima qualità, offrendo agli atleti specialità locali e non.
 
Domenica mattina il vento smentisce, ma questa volta in eccesso, le previsioni meteo: si passa dai 20 nodi massimo annunciati dai display di smartphone e tablet ai 28 nodi e passa provenienti da nord-est, con un copione che ha ricordato ai presenti il sabato dell’altra nazionale disputata a Coluccia alla fine di Aprile.
Flotta decimata con solo 15 atleti che hanno chiuso tutte e tre le prove, leggeri quasi tutti KO e vera e propria lotta per la sopravvivenza più che per il piazzamento finale.
 
Tra i pesanti Alessandro Torzoni da Piombino chiude primo davanti ad Alberto Gange da Palermo e Giampaolo Fantozzi, terzo.
Tra leggeri Luca Frascari chiude in prima posizione davanti a Francesco Pavolini ed alla ormai certezza Alessandro Minei che stoicamente chiude tutte e tre le prove, difendendo il podio che gli era sfuggito a Barcellona.
Tra le donne conferma il primo posto del sabato Marta Cammarano davanti a Manuela Arcidiacono ed a Giorgia Paternoster, premiata anche come miglior esordiente e prima tra gli Juniores.
 
Arriva come di consueto il momento della premiazione, impreziosita dalla partecipazione dell’Olimpionica Flavia Tartaglini, unitasi alla Classe la sera del Sabato, che con il suo sorriso e la sua simpatia hanno ulteriormente impreziosito la due giorni di regate.
La Flavia tricolore ha anche “assaggiato” la tavola Windsurfer al termine delle prove della domenica:
Giusto qualche bordo per testare la tavola che si ripropone con rinnovato interesse degli appassionati e non sulla scena delle tavola a vela.
 
Sarà l’estate ormai entrata nel vivo a segnare l’attesa per i segnali della prima prova degli attesissimi Campionati Italiani Open che si disputeranno a Mondello dall’otto al dieci Settembre, per un’edizione  che si preannuncia sin da adesso memorabile.
 
 
 
 

Inserito da Linda Scalisi 19 giugno 2017
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


ESplora le webcam