Vela: Nazionale Windsurfer – Torbole 2017

La Classe "Windsurfer" ritorna sul Garda dopo gli spettacolari Campionati Italiani del 2015 e, come allora, Torbole non smentisce la sua tradizione.

  

di Guido Amato

“A Tuono” (oppure con il più social hastag #atuono) è il motto del Circolo Surf Torbole che ha ospitato nel weekend del 20 e 21 maggio scorso la terza tappa del Campionato Nazionale Classe “Windsurfer”.

Questo modo di dire, sinonimo di potenza e velocità, nato per gioco ma diffusosi rapidamente tra i surfisti italiani sparsi in tutto il mondo, esprime perfettamente l’agonismo e le condizioni della due giorni di regate appena conclusasi.
Parecchie, infatti, le partenze tiratissime, gli ingaggi, i giri di boa caratterizzati da collisioni e lotte gomito a gomito.
 
La Classe “Windsurfer” ritorna sul Garda dopo gli spettacolari Campionati Italiani del 2015 e, come allora, Torbole non smentisce la sua tradizione.
Parliamo di uno dei luoghi tra i più conosciuti in Europa e nel mondo dove praticare questo fantastico sport, caratterizzato da paesaggi incantevoli, organizzazione invidiabile, condizioni incredibili per costanza ed intensità del vento ed un’atmosfera che difficilmente è possibile trovare altrove.
 
Chi arriva per la prima volta sul Garda probabilmente non si scorderà mai l’emozione regalata dalla vista del lago, che appare improvvisamente dopo le ultime curve che conducono a Torbole.
Ben 26 partecipanti, suddivisi nelle flotte dei leggeri, pesanti e juniores, si sono sfidati per le 6 prove, tutte regolarmente disputate come previsto dal programma della manifestazione, ospitata dal Circolo del presidente Bronzetti, sempre impeccabile nell’ospitalità e nella gestione dell’evento, sportivo e non.
 
Si inizia il Sabato, quando la flotta viene chiamata in acqua intorno ad ora di pranzo, accolta dal lago con un leggerissimo Peler con il quale parte la prima prova in cui tutti gli atleti sono costretti ad un’attività di pompaggio abbastanza intensa.
La flotta fa giusto in tempo a lasciarsi alle spalle la boa di bolina quando la prova viene annullata dall’ottimo comitato di regata: all’orizzonte infatti fa capolino L’Ora che costringe il comitato (con il sollievo di molti) ad invertire il campo.
Tutti prua verso Torbole e schierati sulla luna di partenza qualche minuto dopo con il vento che, nel frattempo, ha raggiunto l’intensità di circa 15 nodi e che accompagnerà gli atleti per tutto il pomeriggio a seguire.
 
Al termine della prima, spettacolare, giornata sono tre componenti della “Brigata” di Piombino a dettare legge: tra i pesanti troviamo il “Toro” Torzoni  che regola tutti con due primi ed un secondo posto, davanti a Giuseppe Barone ed il segretario di classe Edoardo Thermes.
Tra i leggeri i primi due sono rispettivamente i piombinesi Paolo Barozzi e Marco Costagli a precedere il padrone di casa Riccardo Renna, terzo e contemporaneamente primo tra i Juniores davanti al fratello Nicolò (recentemente laureatosi a Marsiglia campione europeo classe olimpica RS:X Under 17) e Nicolò Gatti.
 
Tutti a terra, dunque, per rifocillarsi con le ormai sempre presenti mele Marlène, godendo dello splendido panorama del lago al tramonto.
Con la certezza che la domenica sarebbe stata caratterizzata dal sole e da un meteo ottimale, sinonimo di un’Ora che non sarebbe tardata ad arrivare, e con il sollievo della prima partenza fissata per mezzogiorno grazie alle tre prove disputate il Sabato, la Classe si è ritrovata per cena nuovamente presso il Circolo Surf Torbole.
L’ottima compagnia in abbinamento alla degustazione di alcune specialità locali non hanno arrestato un manipolo di coraggiosi che, al termine della serata, hanno fatto rotta verso il vicino “Winds Bar” dove l’allenatore/DJ palermitano Dario Pasta ha fatto ballare Torbole sino alle due di notte….
 
La giornata di domenica non tradisce le attese: il risveglio è baciato dal sole e la classe, in attesa dell’Ora, si presenta con una decina di tavole nel porticciolo di Torbole accompagnata da fotografo, GoPro e drone, destando la curiosità delle gente del posto, abituata allo sport ma piacevolmente sorpresa dalle vele colorate e dalle risate degli atleti.
Alle tredici tutti già pronti, con mute, trapezi e sguardo fisso al sud del lago ed il Garda, come sempre, non tradisce le aspettative.
L’ingresso dell’Ora in questo caso è memorabile: nel giro di qualche decina di secondi irrompe prepotentemente sulla scena con la flotta che viene di corsa chiamata in acqua e che lascia la riva già in piena planata.
 
L’adrenalina è a mille e non potrebbe essere altrimenti: vento tra i 15/18 nodi, classifica ancora da decidere, drone e fotografi in acqua per immortalare tre regate incredibili, tra colpi di scena, ingaggi ai limiti del regolamento, incroci millimetrici, cadute in acqua e poppe tiratissime, con un gruppo che si è presentato sempre compattissimo, dando vita ad uno spettacolo che difficilmente i partecipanti potranno dimenticare.
 
Al termine delle ulteriori 6 prove si conferma sul podio dei pesanti Alessandro Torzoni, seguito da Paco Cottone dell’Albaria (autore di tre prove impeccabili e di una straordinaria rimonta) e di Giuseppe Barone, che conferma il terzo posto del Sabato.
Nella categoria dei leggeri è altrettanto straordinaria la rimonta di Nicolò Renna (terzo al Sabato) che si piazza primo anche nella categoria Juniores e secondo assoluto in classifica generale (dietro a Torzoni).
Al secondo posto troviamo Paolo Barozzi e Marco Costagli, che retrocedono entrambi di un piazzamento rispetto al sabato.
Secondo tra gli Juniores Riccardo Renna davanti a Nicolò Gatti.
Tra le donne è Veronica Leoni a precedere Sofia Renna, entrambe tesserate con il Circolo Surf Torbole.
 
Cala dunque il sipario sul terzo appuntamento della stagione “Windsurfer” che ad oggi si sta confermando all’altezza delle aspettative, con una coesione sempre crescente e con seguito che finalmente sembra dare giustizia ad un movimento che fa del colore, del sano agonismo e dell’amicizia i suoi tratti maggiormente distintivi.
 
Prossimo appuntamento da non perdere: La flotta si sposta in Spagna per l’EuroCup di Barcellona, secondo appuntamento della Grimaldi Cup apertasi a Coluccia, dal primo al tre di giugno per poi approdare a Mondello dal per gli Italiani Open 2017 .
 Vamos Windusrfer!
 
CLASSIFICHE
 

Inserito da Redazione 22 maggio 2017
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


ESplora le webcam