Sidney Newman Darby Jr., l’inventore del windsurf è scomparso

Il pittore che progettò la prima tavola a vela nel 1964 è morto all’età di 88 anni. Nel 1970 Jim Drake e d Hoyle Scweitzer misero a punto la loro versione di una tavola a vale chiamata “Skate” e successivamente “Baja Board” ed infine “Windsurfer”.

Schermata 2016-12-27 alle 21.22.59
Di Edoardo Ullo

Lutto nel mondo del windsurf. Sidney Newman Darby Jr., inventore della prima tavola a vela, è scomparso lo scorso 3 dicembre nella sua casa di St. Johns in Florida ad 88 anni.

Sidney_Newman-1

Pittore di professione, velista per passione. Un sentimento forte che lo portò ad inventare la tavola a vela collegando una vela ad una tavola da surf migliorando ulteriormente con l’aggiunta di una corda di Nylon ed un giunto cardanico per collegare la vela all’albero e dirigerla a proprio piacimento trovando così una soluzione pratica ed anche divertente nella navigazione.

Il tutto si concretizzò nel 1964 a Wilkes-Barre, in Pennsylvania, e nacque dal fatto che Darby non poteva navigare sulle onde del lago vicino casa sua. Queste onde, infatti, erano troppo piccole rispetto a quelle in mare aperto.

“Il windsurf è vela ma con una differenza: si può ottenere il divertimento guidando una barca veloce e reattiva. Si possono apprezzare le onde senza troppa fatica ed imparare a padroneggiare i movimenti base in poco tempo”, scrisse Darby un anno dopo sulla rivista Popular Science.

Ma non è tutto oro quel che luccica. Una invenzione di tal genere doveva essere “protetta” dalla registrazione del brevetto per salvaguardare la proprietà intellettuale. Darby cercò negli anni ‘70 di registrare la sua invenzione ma il costo degli avvocati non gli permise questa fondamentale azione.

Nel 1970 Jim Drake e d Hoyle Scweitzer misero a punto la loro versione di una tavola a vale chiamata “Skate” e successivamente “Baja Board” ed infine “Windsurfer”.

inventors_darby-newman-AC0625-01062506  Darby_sailboard,_Published_Popular_Science,_August_1965

Senza proprietà intellettuale Darby e sua moglie tentarono senza successo di rivalersi. Ci tentarono fino al 1998 quando venne riconosciuta la sua invenzione che fino a quel punto non aveva portato loro benefici economici. Il Museo Nazionale di Storia Americana della Smithsonian Institution di Washington ha acquisito i primi disegni del windsurf e recuperò la lettera di Darby inviata alla rivista americana Windsurfer nel 1996 che certificava di fatto la paternità dell’invenzione a Darby.

L’ascesa del windsurf nel 1980 è stata importante portando lo sport ad essere riconosciuto come disciplina olimpica nel 1984 per i Giochi di Los Angeles. Tutt’ora il windsurf fa parte del palinsesto dei giochi a cinque cerchi estivi con due delle dieci classi veliche ammese alle Olimpiadi RS

Fonte: http://www.nytimes.com/2016/12/26/sports/sailing/s-newma-darby-dead-sailboarding.html?smid=fb-share&_r=1


Inserito da Redazione 28 dicembre 2016
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


ESplora le webcam