Animazione: presentato a Torino il cartoon “La Stella di Andra e Tati”

La Shoah raccontata in un cartone animato racconta la storia di Andra e Tatiana Bucci, due sorelle sopravvissute al campo di sterminio; realizzato dallo studio palermitano Larcadarte e prodotto dalla Rai è stato presentato a Torino al Festival Cartoons on the Bay

Di Edoardo Ullo – La Shoah è una delle pagine più  della storia. La tragicità di questo evento è spesso inenarrabile ed è altrettanto ricco di diverse sfumature che, comunque, meritano di essere raccontate benché la stessa narrazione è spesso difficile.

Ma la memoria deve essere alimentata e così anche la storia di Andra (Alessandra) e Tatiana Bucci, due sorelle sopravvissute al campo di sterminio. Il loro racconto è stato protagonista di un cartoon intitolato “La stella di Andra e Tati” che è stato presentato a Torino nell’ambito del Cartoons on the Bay, il Festival internazionale dell’animazione cross-mediale e della Tv dei ragazzi organizzato dalla Rai.

In 26 minuti, il cartoon racconta, rivolgendosi soprattutto ai più giovani, la Shoah attraverso gli occhi delle due sorelle che vennero deportate ad Auschwitz Birkenau il 29 marzo del 1944 quando avevano 4 e 6 anni.

Ventisei minuti in cui sono condensate orrore, paura, tragedia… ma anche la salvezza e la fine dell’incubo.

“La stella di Andra e Tati” è stato realizzato dallo studio palermitano Larcadarte, una realtà che da anni porta avanti progetti a sfondo sociale, e da Rai Ragazzi in collaborazione col ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. Diretto da Rosalba Vitellaro e da Alessandro Belli, offre i disegni di Annalisa Corsi ed il coordinamento artistico di Enrico Paolantonio. Il doppiaggio è d’eccezione con le voci di Leo Gullotta, Laura Morante, Ludovica Modugno e Loretta Goggi mentre la storia è firmata da Valentina Mazzola ed Alessandra Viola.

Rosalba Vitellaro ed Alessandro Belli hanno ricevuto diversi riconoscimenti per la qualità del lavoro di ricostruzione e di impegno sociale di assoluto valore. La regista palermitana ha detto: “È stato possibile solo grazie a giorni e notti di impegno di tutta la squadra”.

Ed ha raccontato a Repubblica.it “Il nostro è un cartone di coscienza. È neorealismo in animazione. Non è stato facile ricostruire la storia delle sorelle Bucci, perché ancora è scomodo parlare di ebrei. Eppure al ministero abbiamo incontrato un gruppo di lavoro eccezionale. Il binomio cartone e sofferenza è abbastanza insolito, ma ai bambini non va raccontata solo la magia, ma anche la realtà attraverso il loro linguaggio, come fanno oggi molti fumetti a scopo sociale”.

“La stella di Andra e Tati” non “brillerà” solo al Festival: col supporto scientifico di Marcello Pezzetti, direttore della fondazione museo della Shoah, il film d’animazione sarà in distribuzione nelle scuole medie per aiutare i docenti a trasmettere una vicenda tanto buia della storia della civiltà. Inoltre, il film sarà trasmesso su Rai Gulp.

Andra e Tati Bucci, presenti all’anteprima mondiale del film, sono tra le pochissime bambine sopravvissute ai campi di sterminio riuscendo, peraltro, a ritrovare i genitori e continuano a raccontare la loro storia. Il cartone animato è basato proprio sui loro racconti affinché la follia nazista non venga dimenticata. Rievoca il dramma del dramma, quello dei bambini costretti a subire le umiliazioni più atroci di una follia che ancora oggi, a distanza di oltre 70 anni, si fa stento a capire. Le due sorelline erano tra l’altro state scambiate per gemelle e quindi “merce rara” per diventare cavie da esperimento. Ed è per questo che sono sopravvissute.

Video NEWS RAI – https://www.facebook.com/mimma.caviglia.5/posts/2082510451967590

Link Repubblica per dichiarazione della regista: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2018/01/25/il-cartoon-made-in-sicily-sulle-sorelle-sopravvissutePalermo09.html

Immagini Ansa: http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/tv/2018/04/13/andra-e-tati-mai-state-cosi-commosse_51562c68-4ac6-438a-912a-53d9d254b0cf.html

 

 


Inserito da Redazione 14 aprile 2018
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam