Surf: Leonardo Fioravanti vince in California il Mondiale Under 18

Ad Oceanside, in California, il giovanissimo atleta di Cerveteri, 17 anni, scrive la storia di questo sport: è il primo italiano a vincere in questa disciplina che sarà presente alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Leonardo Fioravanti campione del mondo under 17 ad Oceanside

63_ISA_Chris_Grant_small   ITA_Leonardo_Fioravanti_04_ISA_Chris_Grant

Di Edoardo Ullo

Leonardo Fioravanti doma le onde di Oceanside e sale sul tetto del mondo vincendo il campionato iridato di surf Under 17 che si è concluso in California. Il giovanissimo atleta di Cerveteri, 17 anni, scrive così la storia di questa disciplina che nel 2020 sarà presente alle Olimpiadi di Tokyo.

Inevitabile, quindi, il pensiero al futuro a cinque cerchi che potrebbe regalarci medaglie olimpiche pesanti in una disciplina spettacolare che nel nostro Paese deve crescere e questo exploit potrebbe aiutare.

L’atleta 17enne di Cerveteri ha fin da subito distanziato i rivali con evoluzioni praticamente perfette realizzando nei momenti decisivi anche un “perfect 10” grazie ad un aerial e poi un 9.23 che ha incoronato il surfista laziale campione del mondo. Due evoluzioni da incorniciare che, tra l’altro, sono valse il punteggio più alto di tutta la competizione. Alle sue spalle, secondo il francese Nomme Mignot che pur con un ottimo 17,43 si è dovuto “arrendere”; bronzo per lo statunitense Jake Marshall (11,17).

E dire che Fioravanti, il cui talento è già stato osannato ben prima della rassegna iridata, era rimasto fermo nella prima metà del 2015 a causa di un infortunio occorsogli alle Hawaii quando urtò il tagliente reef oceanico rompendosi alcune vertebre. Il risultato, eccezionale di per se, ha quindi un sapore ancora più dolce e, quasi, inaspettato.

Il suo talento smisurato per il surf gli ha fatto girare il mondo: Fioravanti ha vissuto negli Stati Uniti d’America, in Australia e da un paio d’anni vive nel Sud-Ovest della Francia, ad Hossegor. Il neocampione del mondo parla cinque lingue.

Fioravanti ha detto:
“Ho partecipato al Mondiale Juniores ISA per tanti anni e quest’anno è il mio ultimo. Mi sono detto che devo andare fino in fondo: non potevo tirarmi indietro. In finale c’erano tanti ottimi surfisti ed ho dovuto dare il meglio. Sono felice. E’ un risultato straordinario per l’Italia. Non abbiamo una grande tradizione nel nostro Paese è questo è il risultato più grande di sempre. Sono entusiasta”.

http://isaworlds.com/juniors/en/usa-team-wins-world-championship-at-the-2015-vissla-isa-world-junior-surfing-championship/

Boys_18_Awards_ISA_SeanEvansSurf_Fioravanti

GLI ALTRI RISULTATI
Ecco gli altri risultati delle rimanenti categorie giovanili. In tutto sono stati 322 i surfisti provenienti da 36 nazioni.

Under 18 femminile
1) Tessa Thyssen (Francia)
2) Tia Blanco (Usa)
3) Frankie Harder (Usa)

Under 16 maschile
1) Stevie Pittman (Usa)
2) Reef Healzlewood (Australia)
3) Marco Mignot (Francia)

Under 16 femminile
1) Summer Macedo (Hawaii, Usa)
2) Macy Callaghan (Australia)
3) Brisa Hennessey (Hawaii, Usa).

http://isaworlds.com/juniors/2015/pdf/day8/final.pdf


Inserito da Redazione 19 Ottobre 2015
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam