Vela classe Moth: Francesco Bruni medaglia d’argento al Mondiale in Bermuda

Sulle acque delle Bermuda, l’italiano è stato superato dal britannico Goodison al suo tris iridato dopo i successi di Hayama e Malcesine; bronzo allo statunitense Rome Kirby.


Di Edoardo ULLO – La classe Moth è stata protagonista alle Bermuda, che già l’anno scorso furono teatro della American’s Cup, con il campionato del Mondo. Per una settimana, e fino all’1 aprile, la flotta ha disputato le varie prove per assegnare l’alloro iridato.

A vincere e dominare la scena è stato il britannico Paul Goodison che ha festeggiato il terzo titolo mondiale consecutivo tra i Moth dopo le affermazioni in Giappone a Hayama nel 2016 ed a Malcenise, sul lago di Garda, nel 2017.

Goodison non ha praticamente avuto grossi problemi aggiudicandosi 4 regate sulle 6 disputate scartando un DFN quando alla terza regata non ha potuto concludere la sua prova. Alla fine, l’ex laserista (oro olimpico a Pechino 2008 ed iridato ad Halifax l’anno successivo), ha totalizzato 6 punti ed ha praticamente legittimato il suo tris mondiale.

Argento al fuoriclasse Francesco Bruni che ha recitato un ruolo da assoluto protagonista. Il palermitano, conosciuto per aver vinto competizioni mondiali in diverse classi veliche ed aver partecipato a varie olimpiadi con diverse classi monotipo, si è fatto un preziosissimo regalo di compleanno anticipato (compirà gli anni il prossimo 11 aprile, ndr) grazie ad una settimana estremamente positiva dove ha concluso quattro prove su sei al terzo posto, scartando il tredicesimo posto ottenuto nella prima regata. Per lui, i punti complessivi sono stati 19 (32 senza scarto). Bruni si conferma, così, un velista completo che si è trovato a proprio agio anche in queste barche volanti dotate di idrofoils e capaci di essere molto veloci. Apprezzato in tutto il mondo, ha fatto parte di recente di Artemis Racing, il consorzio svedese che ha partecipato alla Louis Vuitton Cup perdendo (5-2) la finale con Emirates Team New Zealand che poi avrebbe vinto anche l’American’s Cup. Curiosamente è stato compagno di team di Goodison nell’ultima esperienza: anche il britannico ha militato in Artemis. Bruni, inoltre, è il primo italiano a centrare una medaglia da quando, nel 1973, si disputa il campionato del Mondo dominato dalle vele britanniche, statunitensi ed australiane.

A completare il podio dell’edizione 2018, l’americano Rome Kirby con 23 punti che ha preceduto di misura il connazionale Brand Funk (25). Le regate, organizzate dal Roal Bermuda Yacht Club, sono state condizionate anche dal vento che in diverse occasioni è mancato e non ha permesso lo svolgimento di alcune prove nella baia di Great Sound. I partenti, infine, sono stati 44.

Ecco la top ten
1. Paul Goodison (GBR) 1-1-(DNC-45)-1-2-1 – 6 points
2. Francesco Bruni (ITA) (13)-7-3-3-3-3 – 19
3. Rome Kirby (USA) (7)-2-6-5-5-5 – 23
4. Brad Funk (USA) 3-3-(7)-7-6-6 – 25
5. Victor Diaz de Leon (USA) 4-6-5-8-9-(10) – 32
6. Ted Hackney (AUS) 14-(15)-2-6-11-2 – 35
7. Benoit Marie (FRA) 8-4-9-10-8-(11) – 39
8. Dan Ward (GBR) 6-5-(12)-11-12-9 – 43
9. Ben Paton (GBR) (45-DNF)-24-8-9-4-7 – 52
10. Iain Jensen (AUS) 5-(45-DNC)-1-2-1-45 DNF – 54


Inserito da Redazione 2 aprile 2018
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam