Vela: Star Sailor League 2017 a Paul Goodison e Frithjof Kleen

Lo specchio d’acqua delle Bahamas premia l’equipaggio anglo-tedesco davanti ai brasiliani Robert Scheidt ed Henry Boening ed agli americani Mark Mendelblatt-Brian Fatih. Le due barche italiane timonate da Diego Negri e Checco Bruni chiudono rispettivamente in nona e decima posizione.

 


Di Edoardo Ullo – Si tinge dei colori delle bandiere inglese e tedesca la finalissima della Star Sailor League 2017 che si è disputata a Nassau, nelle Bahamas.

Il migliore della classe Star è stato l’equipaggio formato da Paul Goodison e da Frithjof Kleen. La coppia anglo-tedesca è stata abile nella regata finale a trovare il lato gusto di regata ed a guadagnare un vantaggio tale da poter concludere la finalissima con un margine di minimo rispetto al diretto avversario. Praticamente un metro ha separato le due imbarcazioni.

Goodison ha descritto la parte conclusiva della finalissima: “Ero disperato perché eravamo lenti. E Frida (Frithjof Kleen) a quel punto ha detto “Stai andando troppo lentamente. Stai andando troppo lentamente, andiamo!” Così, dopo un piccolo momento di panico mi sono ripreso e tutto è andato bene”.

Kleen ha aggiunto: “E’ stato sempre super riuscire a difendere la posizione da Robert Scheidt perché è il miglior marinaio al mondo col vento in poppa. Aver tenuto la posizione è stata un’impresa anche perché ci ha raggiunto facilmente”.

La coppia si è aggiudicata al fotofinish anche il premio in denaro di 40.000 dollari su un montepremi totale di 200.000 dollari. In precedenza, il due volte campione del mondo Moth (nel 2016 ad Hayama e quest’anno a Malcenise) ed il suo prodiere veterano avevano superato al fotofinish in semifinale i tedeschi Philipp Buhl e Markus Koy. Vincere questa particolare regata è stato molto importane per Kleen: “ho lavorato duro per superare i mei connazionali in semifinale”.

Nonostante il risultato sfavorevole, Robert Scheidt si è detto contento della prestazione.

“Abbiamo fatto una grande gara – ha spiegato – in una regata dove è successo di tutto con diversi cambi di posizione, penalità ed un arrivo sul filo del rasoio al fotofinish. Abbiamo lavorato manovrato bene con una strambata e pensavo che all’incrocio successivo li avremmo superati. Così non è stato. Non potevo andare più in basso per una copertura migliore perché in quella rotta c’era la barca del comitato di regata. I nostri avversari hanno meritato la vittoria ma per noi è stata comunque una finale entusiasmante.

Giusto ricordare come tre dei quattro finalisti in acqua fossero presenti alle finali della classe Laser dei Giochi Olimpici di Atene 2004.

Goodison, felice: “Sono al settimo cielo, non potevo sperare in meglio. Date le condizioni di scarso vento i pronostici erano contro. Ho dato un’occhiata al trofeo col nome di Bart (Andrew Simpson che fece parte della squadra olimpica inglese vincitrice dell’oro nella Star a Pechino 2008) e Frida ha detto che il miglior prodiere avrebbe vinto questo riconoscimento. Sono sicuro che da qualche parte lassù, Bart ci stava sorridendo. È stato un onore gareggiare con velisti di questo livello e felice che Frida mi abbia fatto da mentore in questi dieci giorni di regate”.

Al secondo posto, dunque, i brasiliani Robert Scheidt ed Henry Boening ed a seguire gli statunitensi Mark Mendelblatt e Brian Fatih che dopo aver vinto le eliminatorie si erano guadagnati l’accesso diretto alla finalissima. Quarti i francesi Xavier Rohart e Pierre-Alexis Ponsot.

Niente da fare, invece, per Checco Bruni che dopo avere centrato un grande acuto nella giornata conclusiva delle regate eliminatorie conquistando l’ultimo posto per i quarti di finale, si è arreso proprio sul più bello chiudendo assieme al compagno Nando Colaninno, comunque nella top ten. Noni l’altro equipaggio azzurro formato da Diego Negri e da Sergio Lambertenghi che si era messo in evidenza nelle qualificazioni chiudendo terzi assoluti.

A Nassau per la Star League 2017 hanno partecipato 25 equipaggi con i dieci migliori velisti della classe Star presenti.

Già annunciate le date delle finali 2018 che si terranno sempre nelle Bahamas dal 3 all’8 dicembre.

Foto: Carlo Borlenghi

LA CLASSIFICA


Inserito da Redazione 13 dicembre 2017
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam