Windsurf: A Cagliari un raduno con lo Slalom per gli under 20

A Cagliari, nel weekend di Pasqua, in programma un raduno dedicato principalmente a quei giovani che dopo l'attività agonistica nella classe monotipo Techno293 scoprono il persorso emozionante e spettacolare di una delle discipline della comunita del Windsurf. Saranno utilizzate le nuove tavole riconosciute ufficialmente dalla Federazione Italiana Vela come “tavola propedeutica slalom Under 20”.

Di Edoardo Ullo

Tutto pronto per il Progetto Giovanile Slalom con le tavole RRD FireRace 120. Questo fine settimana di Pasqua, infatti, Cagliari ospiterà il primo raduno con questi nuovi materiali.

La federazione italiana vela ha riconosciuto ufficialmente le RRD quale “tavola propedeutica slalom Under 20”. Il progetto è stato sviluppato dall’AICW (associazione italiana classi Windwsurf) in collaborazione con l’azienda che produce le attrezzature, la RRD.

L’obiettivo è quello di dare una opportunità ai giovani che dopo aver concluso il ciclo con le tavole Techno 293 vogliono rimanere nel mondo agonistico federale e fare poi il percorso verso la disiplina dello Slalom senza costi eccessivi grazie a queste tavole monotipo della RRD.

Quello di Cagliari è il primo di una serie di raduni previsti per quest’anno nei quali RRD metterà a disposizione un alto numero di tavole. L’azienda produttrice spera di essere profeta in patria visto l’esperimento positivo avuto in Francia.

Dopo l’appuntamento di questo fine settimana in Sardegna (presso il Windsurf Club Cagliari), l’attività si sposterà a fine giugno al Circolo Surf Torbole, prima del Mondiale Slalom che si terrà sul lago di Garda e con la partecipazione alla Coppa Prima Vela di Viareggio. Ma ci saranno ulteriori stage. Un altro appuntamento importante sarà dal 7 al 9 settembre prossimi in sede da stabilire per il campionato italiano Slalom giovanile.

Tutte tappe importanti sia per i coach federali che per gli atleti che inizieranno questo percorso nel tentativo di crescere nella nuova pratica del Foil che permette di gareggiare anche con vento sotto gli 11 nodi che sono il minimo per poter gareggiare.

Giuseppe Pugliese, che segue alcuni degli italiani in Coppa del Mondo PWA, e Matteo Iachino, campione del mondo di slalom nel 2016 e secondo nel 2017, saranno i coach responsabili del progetto dell’AICW.


Per Dylan Duffus (nella foto a sinistra), general manager della RRD, – “Il progetto della Firerace 120 è nato dalla richiesta della federazione francese della Vela (FFV) fatta alle varie aziende produttrici di tavole da windsurf di sviluppare una tavola adatta all’iniziazione della disciplina slalom nel settore giovanile. Per partecipare al loro bando abbiamo subito pensato che l’obiettivo era quello di realizzare una attrezzatura che fosse di facile approccio ma al tempo stesso estremamente competitiva e che avrebbe dato molte soddisfazioni anche ai giovani più esperti. Con questa idea pensiamo che la strada migliore da seguire fosse quella di partire da una tavola di Coppa del Mondo rendendola più accessibile, senza compromettere le caratteristiche salienti come la facilità di planata e la velocità di punta. Inoltre passando da una costruzione full carbon ad una costruzione in sandwich/glass/wood siamo riusciti a contenere il prezzo. A questo si aggiunge che la tavola rimarrà invariata almeno per tutto il quadriennio olimpico garantendo una longevità tipica delle classi monotipo. Questo permetterà ai circoli di investire nel tempo. Chiaramente guardiamo anche a tutti i giovani che arrivano al windsurf tramite altre esperienze. Non abbiamo un obiettivo preciso a livello numerico, l’importante sarà essere pronti con un’alternativa da proporre. Se poi riusciremo a raccogliere anche solo il 20-30% dei ragazzi che ogni anno lascia la classe Techno 293, nel giro di due o tre anni avremo una flotta molto importante. Inutile sottolineare che cerchiamo di far partire questo progetto da molti anni, proprio perché sentiamo la necessità di offrire qualcosa di più attraente alle nuove generazioni. Da anni collaboriamo con molte strutture come il Circolo Surf Torbole, che hanno tra i loro obiettivi lo sviluppo del vivaio windsurfistico giovanile, sia nel mondo delle regate che ricreativo. Quest’anno ci concentreremo in particolare mode nella promozione della Categoria Firerace 120, tramite un tour di 4/5 tappe in cui avvicineremo i circoli e agli allenatori interessati a sperimentare questa nuova formula. Inoltre saremo presenti in modo importante durante il campionato del mondo Youth & Master IFCA che si terrà al CST subito dopo la RRD One hour. Una kermesse di 10 giorni dove si respirerà tanto windsurf e dove vedremo la prima gara di Windsurf Foil sul lago di Garda”.

Il consigliere FIV Domenico Foschin (foto in alto a destra), responsabile under 19 e match race ha spiegato: “La Federazione ha appoggiato questo progetto per contenuti e programmazione. Dylan Duffus (di RRD, ndr), forte dell’esperienza in Francia e dei suoi ottimi risultati, ha spinto molto perché lo riconoscessimo. Gli atleti si possono formare anche lì: è un titolo in più con RRD che ha promesso di bloccare il prezzo delle tavole per qualche anno, un grosso sforzo da parte loro. È una bella sintesi e servirà a dare nuove prospettive e possibilità ai ragazzi di cimentarsi in attività che per costi a volte diventano un po’ difficili, senza dimenticare il divertimento dello slalom”.

PERCORSI:

 


Inserito da Redazione 27 marzo 2018
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam