Windsurf Classe Olimpica: Copa Brasil de Vela all’olandese Van Rijsselberge e alla britannica Bryonu Shaw.

Nella RS:X maschile successo per Dorian Van Rijsselberge davanti al britannico Nick Dempsey, terzo l'israeliano Nimrod Mashiah. Fra le donne Bryonu Shaw si è aggiudicata la gara sulla cinese Chan e terza la spagnola Mariana Alabau. Chiudono in ottava posizione gli azzurri Mattia Camboni e Flavia Tartaglini. Assenti Laura Linares e Marco Baglione.

IMG_1846_Flavia_tartaglini
Schermata 2015-10-23 alle 22.05.22

di Valerio Tripi

E’ stata una prova altamente competitiva quella della spedizione italiana di vela olimpica a Rio per partecipare alla Copa Brasil de Vela con sette classi olimpiche, ma è rimansta a secco di medaglie. Per questo ha contribuito l’assenza delle azzurre Giulia Conti e Francesca Clapcich nella classe 49 fx.

Questo in sostanza è quello che è accaduto nella settimana della Copa Brasil de Vela che si è disputata nello stesso campo di regate che ospiterà le Olimpiadi fra otto mesi. Nelle acque di Niteroi a Rio De Janeiro sono andati i migliori atleti che si ritroveranno a regatare a caccia di medaglie a cinque cerchi. E se l’appuntamento brasiliano doveva essere una sorta di prova generale, per l’Italia c’è ancora da lavorare.

Nella tavola a vela RS:X maschile, dopo avere centrato la qualificazione alla medal race con un ottavo posto, Mattia Camboni ha confermato il suo piazzamento, mentre è rimasto fuori dalla regata finale Daniele Benedetti, tredicesimo. Fra le donne, invece, Flavia Tartaglini (anche lei in medal race come ottava) non è andata oltre l’ottava piazza. Proprio l’atleta romana è l’unica certa del posto alle Olimpiadi nella classe RS:X in base alle decisioni del consiglio federale di Genova di qualche giorno fa (l’ultima parola spetta in verità al Coni che per prassi difficilmente cambia le decisioni delle federazioni). Una scelta che ha tagliato fuori la siciliana Laura Linares nonostante numeri alla mano fosse ancora in corsa per giocarsi la convocazione proprio al posto di Flavia Tartaglini. Le carte federali parlano chiaro: c’è tempo fino al 30 giugno 2016 per decidere chi rappresenterà la vela azzurra. Tartaglini era prequalificata, ma a patto che mantenesse i valori delle sue prestazioni sui livelli che hanno portato la federazione a prequalificarla pensando a lei come potenziale atleta da podio. Però accade che la romana per il 2016 in base ai paramentri della Fiv è stata declassata scendendo dal gruppo di merito B a C. In più, la scelta già presa, esclude alla Linares la possibilità di ottenere un risultato d’eccellenza sia all’Europeo 2016 che al Mondiale 2016.

Anche in campo maschile, dove i giochi sulla carta ancora non sono stati fatti, ci sono forti sospetti che la politica operata dalla Federvela di Carlo Croce abbia puntato in una sola direzione: in particolare per quanto riguarda i due atleti del progetto “Rio A Tutti I Costi” Mattia Camboni e Daniele Benedetti, a discapito di altri tesserati. Per Baglione, il passaggio alla preparazione “centralizzata” con il controllo diretto della FIV è stato un vero disastro sia in termini di preparazione che economici, con conseguente ripercussione sui risultati. L’impossibilità di partecipare a molte regate lo ha penalizzato facendolo scivolare dalla terza posizione del Ranking Mondiale al quarantesimo posto. Come se le scelte di Michele Marchesini, Alessandra Sensini e Riccardo Belli fossero tutte indirizzate a favorire il progetto “Rio A Tutti I Costi” che vede attivamente coinvolti i due tecnici delle due classi RS:X maschile e femminile Riccardo Belli Dell’Isca e Adriano Stella, con il forte sostegno di Alessandra Sensini. Niente da dire sull’impegno e qualità dei due atleti Mattia Camboni e Daniele Benedetti, ma sembra che i privilegi ricevuti anche a discapito di altri, siano stati concordati dallo staff tecnico della Federvela di Carlo Croce. Lo stesso che ha chiuso anzitempo le selezioni nella classe RS:X femminile dopo che sono state prese in considerazione manifestazioni del 2015 non previste dalla normativa di riferimento alle quali Laura Linares o non ha partecipato o non le è stata data la possibilità di farlo o non è stato consederato il risutato. Un esempio? Weimouth, il CICO, ed alla preolimpica di Rio 2016: Linares non convocata e Tartaglini che non ha confermato il proprio livello di prestazioni come previsto nelle normativa (serviva almeno il podio). La sensazione è che per l’Italia in questi otto mesi ci sia tantissimo da lavorare e tanto da recuperare per la FIV in termini di credibilità.

Screen Shot 2015-12-20 at 22.33.35

CLASSIFICHE III Copa Brasil de Vela 2015
Questo il sito di riferimento:
http://www.copabrasildevela.com.br/#!c_services/c1ger

Facebook: https://www.facebook.com/cbvela/

Classe RS:X Femminile (33 partecipanti)
1. Bryonu Shaw (GRAN BRETAGNA)
2. Chan Hei Man (HONG KONG)
3. Marina Alabau (SPAGNA)
_______________________
8. Flavia Tartaglini (ITALIA Roma) Gruppo Militare Fiamme Gialle
16. Marta Magetti (ITALIA Cagliari) Gruppo Militare Fiamme Gialle

Screen Shot 2015-12-20 at 22.20.53

Classe RS:X Maschile (39 atleti)
1. Dorian Van Rijsselberge (OLANDA)
2. Nick Dempsey (GRAN BRETAGNA)
3. Nimrod Mashiah (ISRAELE)
_______________________
8. Mattia Camboni (ITALIA Civitavecchia) Gruppo Militare Fiamme Azzurre
13. Daniele Benedetti (ITALIA Civitavecchia) Gruppo Militare Fiamme Gialle

Screen Shot 2015-12-20 at 22.20.00

 

Classe Laser Radial (41 atlete)
1. Evi van Acker (BELGIO)
2. Anne-Marie Rondom (DANIMARCA)
3. Gintare Scheidt (LITUANIA)
_______________________
8. Silvia Zennaro (ITALIA Venezia) Gruppo Militare Fiamme Gialle
23. Joyce Floridia (ITALIA)

Classe Laser Standard (48 atleti)
1. Tonci Stipanovic (CROAZIA)
2. Matthew Wearn (AUSTRALIA)
3. Robert Schedit (BRASILE)
_______________________
8. Francesco Marrai (ITALIA) Gruppo Militare Fiamme Gialle
14. Marco Gallo (ITALIA) Gruppo Militare Fiamme Gialle
27. Alessio Spadoni  (ITALIA Roma) Canottieri Aniene
32. Michele Benamati (ITALIA Roma) Fraglia Vela Riva

Classe 470 Femminile (17 equipaggi)
1. Hanna Mills e Saskia Clark (GRAN BRETAGNA)
2. Ai Kondo Yoshida e Miho Yoshioka (GIAPPONE)
3. Camille Lecointre e Helene DeFrance (FRANCIA)
_______________________
12. Roberta Caputo – Alice Sinno (ITALIA Roma) Canottieri Aniene

Classe 470 maschile (18 equipaggi)
1. Matthew Belcher e Will Ryan (AUSTRALIA)
2. Luke Patience e Chris Grube (GRAN BRETAGNA)
3. Stuart McNay e Dave Hughes (USA)
_______________________
17. Gabrio Zandoná e Andrea Trani (ITALIA) Marina Militare

Classe NACRA 17 (24 equipaggi)
1. Billy Besson e Marie Riou (FRANCIA)
2. Jason Waterhouse e Lisa Darmanin (AUSTRALIA)
3. Gemma Jones Jason Saunders (NUOVA ZELANDA)
_______________________
6. Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri (ITALIA) Gruppo Militari Fiamme Azzurre

Classe 49er (18 equipaggi)
1. John Pink e Stuart Bithell (GRAN BRETAGNA)
2. Nathan Outteridge e Lain Jensen (AUSTRALIA)
3. Diego Botin e Lago L Marra (SPAGAN)
_______________________
11. Ruggero Tita e Pietro Zucchetti (ITALIA) Gruppo Militare Fiamme Gialle

Classe 49 FX femminile (14 equipaggi)
1. Annemiek Bekkering e Annette Duelz (OLANDA)
2. Tamara Echegoyen e Berta Betanzos (SPAGNA)
3. Jena Mai Hansen  e Katja Salskov-Iversen (DANIMARCA)
_______________________
Nessuna italiana

Classe Finn (11 atleti)
1. Giles Scott (GRAN BRETAGNA)
2. Vasilij Zbogar (SLOVENIA)
3. Caleb Paine (USA)
_______________________
Nessun Italiano

 


Inserito da Redazione 21 dicembre 2015
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam