Windsurf: Europeo Classe Techno 293: l’Italia porta a casa 4 titoli

Le condizioni meteo variabili e impegnative non hanno fermato la competizione che, seppur tra mille difficoltà, si conclude alla grande per gli atleti italiani, che conquistano 4 titoli con: Marisa Medea Falcioni (Under 13), le sorelle Teresa e Angelina Medde (Under 17 e Plus femminile) e Giorgio Falqui Cao (Plus maschile).

Sabato 23 aprile è calato il sipario sul Campionato Europeo di windsurf classe Techno 293, organizzato dal Windsurfing Club di Cagliari, con l’Italia che si porta a casa 4 titoli Quattro, dei titoli assegnati, sono andati all’Italia, con l’anconetana Marisa Medea Falcioni (Under 13 femminile) e a tre portacolori del circolo organizzatore: le sorelle Teresa e Angelina Medde (Under 17 e Plus femminile) e Giorgio Falqui Cao (Plus maschile). Un epilogo col botto, dopo che le avverse condizioni meteo avevano intralciato non poco le gare in programma, che ha permesso di decretare i nuovi campioni continentali della tavola giovanile.

Finalmente, infatti, dopo un tempo parecchio instabile che ha caratterizzato tutte e cinque le giornate di gara, il vento di casa è tornato sin dal mattino a soffiare da sud, consentendo a tutti i regatanti provenienti da diciotto nazioni a portare a compimento ben quattro prove, con il comitato di regata impegnato a sfruttare al massimo la giornata conclusiva, iniziata puntuale alle 10 su entrambi i campi di regata posizionati davanti alla spiaggia del Poetto. Dopo le prime tre regate, i giovani atleti erano stati costretti a tornare a terra proprio per via delle condizioni di grande variabilità della primavera cagliaritana, con un vento furioso che nelle mattinate sembrava promettere grandi prestazioni, per poi ridimensionarsi nelle prime ore del pomeriggio, senza concessioni alcune e obbligando più volte allo stop. Richiamati in mare all’ultimo appello disponibile, il vento è tornato generoso per i regatanti, che hanno potuto tornare a confrontarsi in acqua e allo stesso tempo divertirsi.

UNDER 13 MASCHILE (7 regate). Con soli due punti di distacco, il tedesco Moritz Schleicher (10 punti) si piazza davanti all’italiano Luca Pacchiotti (Fraglia Vela Malcesine, 12), con cui si era instaurato un appassionante “duello” sin dalla prima fase del campionato. Terza posizione per Nicola Furioli (Circolo Surf Torbole). Nella sottocategoria 5.0, premiati Davide Marsella (WC Taranto), lo spagnolo Isaac Escandell e Curzio Riccini (CS Bracciano).

UNDER 13 FEMMINILE (7 REGATE). Medea Marisa Falcioni (Sef Stamura) conquista la vittoria nella flotta femminile e il terzo posto nella classifica assoluta, occupato sin dalla prima giornata. Dietro di lei la compagna di squadra Elettra Fulgenzi, mentre al terzo posto si piazza l’atleta turca Ece Melis Bas. Nella sottocategoria 5.0, tris tutto italiano con Alice Tambone (WC Taranto), Michela De Martinis (CS Bracciano) e Giulia Seghetti (WC Taranto).

UNDER 15 MASCHILE (9 REGATE). Nessuna sorpresa per la vittoria dell’israeliano Omer Shemesh, che ha dominato la classifica sin dalla prima giornata, che termina le gare con quattro vittorie su quattro e 8 punti totali. Con ben 18 punti di distacco, si piazza il connazionale Adam Koussevitzky. Si conferma in terza posizione, l’atleta padrone di casa Pierluigi Caproni (35), campione uscente Under 13 e alla prima esperienza nel campionato continentale nella categoria Under 15.

UNDER 15 FEMMINILE (9 REGATE). La turca Ada Tan ha dimostrato di saper mantenere saldamente il controllo, quel tanto che è bastato per chiudere con 19 punti e vincere il titolo femminile. Distanziata di 4 punti, la spagnola Andrea Sira Martinez Mira. Le due vittorie di giornata rilanciano invece l’ungherese Hanna Simon (32), che in volata conquista la terza posizione.

UNDER 17 MASCHILE (9 REGATE). Con 4 successi di fila e 9 punti totali, conclude il suo campionato il greco Petros Kontarinis, che, nonostante sia inciampato in una squalifica, conferma come si trovi perfettamente a proprio agio in ogni condizione. Di fronte alla sua avanzata, poco ha potuto il cipriota Vasilis Charalambous (30), che anzi ha rischiato di perdere il secondo posto a vantaggio di Giulio Orlandi (Sef Stamura, 31).

UNDER 17 FEMMINILE (10 REGATE). Podio tutto italiano per la serie più lunga e intensa di tutta la competizione, con dieci regate all’attivo. La padrona di casa Teresa Medde (Windsurfing Club Cagliari, 28 punti), in testa sin dall’avvio, incappa in un’ultima regata storta che riduce a due lunghezze il vantaggio su Giulia Vitali (LNI Civitavecchia, 30). Anna Polettini (CS Torbole, 43) occupa il terzo gradino del podio.

PLUS MASCHILE (8 REGATE). Con due primi e due secondi posti, Giorgio Falqui Cao (Windsurfing Club Cagliari, 10 punti) va fino in fondo, portando a casa il titolo nella divisione di maggior esperienza. Dietro di lui il cipriota Iakovos Christofidis, che la spunta per un solo punto nel duello con il greco Grigorios Stathopoulos. Nella sottocategoria Open, premiati il giapponese Kuragano Takumi, il polacco Adam Zarnowski e Inoue Takashi, anche lui parte del drappello nipponico.

PLUS FEMMINILE (8 REGATE). La divisione dedicata alle windsurfiste più esperte ha regalato un appassionante testa a testa fino al traguardo. A parità di risultati odierni – due primi e due secondi – Angelina Medde (Windsurfing Club Cagliari, 9) la spunta su Anita Soncini (LNI Ostia, 10.7) per meno di due punti, grazie ai migliori piazzamenti ottenuti nei primi giorni di competizione, decisivi nel conteggio finale. Terza la greca Emilia Kosti (27).

Concluse le premiazioni e la cerimonia di chiusura presso l’anfiteatro di Marina Piccola, organizzate con la collaborazione del Gruppo Folk San Giovanni di Villaspeciosa, hanno ricevuto riconoscimenti anche gli atleti più veloci della competizione: l’ungherese Marcell Szabo e la britannica Darcey Shaw. “È stata una settimana impegnativa, con condizioni particolari e complicate”, ha dichiarato il presidente del Windsurfing Club Cagliari, Andrea Caproni. “Ringrazio in particolar modo i giudici, che hanno trascorso intere giornate in mare per far divertire tutti i ragazzi, e i loro allenatori fondamentali nella gestione in sicurezza dei loro atleti”. Anche Andrea Floris, assessore allo Sport del Comune di Cagliari ha riconosciuto che quella appena conclusa è stata una “settimana molto intensa” per gli atleti e gli organizzatori, “ma anche per noi che abbiamo seguito. Diamo a tutti voi il nostro arrivederci, speriamo di replicare presto e di rivedervi in futuro a Cagliari”. L’assessore dell’Innovazione tecnologica, ambiente e politiche del mare del Comune di Cagliari, Alessandro Guarracino, ha dichiarato: “L’amministrazione comunale ha sostenuto fortemente quest’iniziativa e in generale la vela, come strumento di promozione culturale, turistica e del territorio, saremo al vostro fianco anche nell’organizzazione di manifestazioni future, anche di livello mondiale”. A margine della cerimonia di chiusura dell’evento, Bruno Perra, presidente regionale del CONI, con soddisfazione ha detto: “È bello vedere tutti voi riuniti qui, in amicizia. Lo sport è amore, solidarietà e pace, questo messaggio va diffuso.”

Classifiche: https://europeans2022.techno293.org/results
Foto: https://www.facebook.com/Techno293Class/photos


Inserito da Redazione 25 Aprile 2022
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam