Windsurfer: Attività del 2017, guardando al 2018

Un 2018 all'insegna del cinquantesimo anniversario del Windsurfing, quello della classe più antica del Mondo che ha voluto realizzare con la Cobra un progetto che punta a rilanciare lo sport del windsurf coinvolgendo le maggiori scuole e le aziende produttrici con la nuova "White Sup Board".


di Guido Amato

Il 2017 che ormai volge al termine può a tutti gli effetti essere considerato l’anno della consacrazione (o per meglio dire della “rinascita”) del Windsurfer, non solo come tavola a vela per tutti ma più in generale come elemento di aggregazione, divertimento, condivisione oltre che di sana competizione grazie anche ad un nuovo prodotto, realizzato da Cobra (azienda che costrruttrice tavole per il 90% del mercato mondiale), voluto fortemente dalla classe Windsurfer italiana ed attualmente in fase di definizione.

Si tratta di una nuova tavola semplice e divertente, studiata per le esigenze di tutti coloro che amano lo sport del Windsurf e propedeutica all’utilizzo delle tavole con le straps. Dagli atleti ai principianti, dalle scuole alle diverse case produttrici che potranno brandizzare la propria tavola, “White Sup Board”, puntando al rilancio del movimento surfistico mondiale e quindi dell’attività agonistica delle varie classi di windsurf, non ultima la classe monotipo windsurfer che riorganizzerà l’attività con questa nuova tavola che è anche un ottimo Sup (Stand Up Paddle).


Per tutto l’anno i social hanno imparato a conoscere gli hashtag connessi a #windsurferclass, veri e propri mantra di un movimento che, regata dopo regata e trofeo dopo trofeo, continua nella sua strada di consolidamento e guarda al 2018 con la sicurezza dei numeri accompagnata dall’entusiasmo dei suoi partecipanti.

L’esaltante cammino che ha condotto ai “Campionati Italiani Open Windsurfer” di settembre è iniziato molto presto e molto lontano.
Siamo infatti solo al 26 gennaio quando 7 atleti italiani partono alla volta dell’Australia per i “40th Anniversary Windsurfer One Design Australian Championships”, organizzati dal Balmoral Sailing Club per festeggiare il quarantesimo anniversario della classe Windsurfer australiana.

Il primo weekend di Aprile è già tempo di regate Nazionali, con la Classe che si è ritrovata a Marina di Salivoli nel golfo di Piombino, casa della numerosa ed omonima Brigata, per il primo appuntamento del calendario 2017.
Non ci poteva essere inizio migliore: 30 atleti da tutta Italia (di cui tre esordienti), vento planante e regate tiratissime e spettacolari.

E’ il vento a mostrare i muscoli in Sardegna, per il secondo appuntamento del calendari valevole anche come prima trappa della “Grimaldi Cup 2017”.
La Classe si sposta in Gallura, più precisamente a Coluccia località Porto Liscia, dove spettacolo di alto livello, risate, divertimento e sano agonismo rispondono “presenti” anche questa volta.

Dopo i memorabili Campionati Italiani del 2015 si ritorna “A Tuono” a Torbole sul Garda il 20 e 21 maggio.
Il vento, come da tradizione del lago, è stato denominatore comune di due epici giorni di sport: classifiche in bilico sino all’ultimo arrivo, drone e fotografi in acqua per immortalare tre regate incredibili, tra colpi di scena, ingaggi ai limiti del regolamento, incroci millimetrici, cadute e poppe tiratissime, con un gruppo che si è presentato sempre compattissimo, dando vita ad uno spettacolo che difficilmente partecipanti e spettatori potranno dimenticare.

L’appuntamento di Torbole non poteva essere volata migliore per la “Grimaldi Cup 2017”, svoltasi in Spagna a Barcellona dal 2 al 4 di giugno presso il “Club Nataciò Barcelona” fondato nel 1907 e sede dei Campionati del Mondo di Nuoto del 2003 che, con i suoi ampi spazi e strutture, ha consentito l’allestimento di un vero e proprio “Windsurfer Village”.
Da qui gli oltre 60 partecipanti accorsi da tutta Europa hanno colorato il lungomare della Barceloneta per tre giorni di regata, con le consuete prove di flotta, lo slalom ed il debutto della specialità “freestyle”.

Si ritorna quindi in Italia, nel cuore del Golfo di Gaeta, per l’ultima nazionale dell’anno.
A “Vindicio”, nel litorale di Formia, il Centro Velico “Officina dei Venti” è stata la base per due giorni di regate (anche queste) memorabili.

La stagione 2017 ha celebrato, infine, il suo trionfale epilogo nella meravigliosa cornice del golfo di Mondello, patria indiscussa delle tavole a vela monotipo e palcoscenico naturale di rara bellezza, con la quarantatreesima edizione dei Campionati Nazionali della classe Windsurfer.
Ben 83 partecipanti da tutto il mondo (compresi anche atleti olimpionici) per l’assegnazione dei titoli italiani al termine di tre giorni di sfidanti e spettacolari regate, accompagnate dal consueto “Windsufer Spirit” che per il 2018 ormai alle porte si ripresenterà con rinnovato vigore.

Sono, infatti, appena stati comunicati gli appuntamenti del prossimo calendario di regate Windsurfer, tra immancabili conferme e nuovi panorami da colorare con le vele triangolari che quest’anno hanno viaggiato per tutta l’Italia e (come nel caso dell’Eurocup di Barcellona) non solo.

Il 2018 sarà peraltro l’anno in cui ricorrerà il cinquantesimo anniversario dello sport del Windsurf che per l’occasione verrà festeggiato con un evento “ad hoc” organizzato a Cagliari dal 14 al 17 giugno, da Pietro Porcella che ha annunciato ospiti del calibro di Robbie Naish (icona del windsurf mondiale) ed Hoyle Schweitzer (che nel 1968 brevettò il Windsurf insieme all’ingegnere californiano James R.Drake).

Come per l’anno che si sta per congedare anche il prossimo inizierà con un appuntamento nella terra dei canguri, in Australia, dove dal 25 al 28 gennaio presso il “Parkdale Yacht Club” di Porth Phillip nella laguna di Melbourne si svolgeranno i 41° Campionati Australiani Classe Windsurfer One Design.

Per l’Italia il calendario partirà ufficialmente sempre ad aprile ma stavolta ad Altidona, nelle Marche, località in provincia di Fermo tra Ancona e Pescara dove la classe potrà godere della bellezza di una spiaggia naturale che si estende per oltre 3km.
Secondo appuntamento per la fine del mese a Livorno, in Toscana, per la seconda nazionale dell’anno.
Non siamo a Piombino ma è certo che la “Brigata” sarà, come sempre, eccellente padrone di casa.

Il programma delle regate prosegue il 19 ed il 20 maggio a Palermo nel Gofo di Mondello nell’ambito del Windsurf World Festival con una Nazionale Open e la Legend Race, in quello che è ormai divenuto un appuntamento irrinunciabile poiché in grado di coniugare la bellezza del campo di regata ad altrettante peculiarità paesaggistiche e gastronomiche, in un periodo dell’anno peraltro di straordinaria mitezza climatica.
Dopo il successo del 2017 non poteva che essere confermata la tappa di Vindicio il 16 e 17 giugno, come giusto riconoscimento sia alla qualità del campo sia all’ospitalità del circolo ospitante.

Esaurito il programma delle regate nazionali, come se non si fosse già fatto sul serio, in piena estate (dal 20 al 22 luglio) la classe piomba su Torbole con la prima edizione in chiave moderna della “World Cup” e, onestamente, difficile pensare ad uno scenario migliore soprattutto in termini di garanzia nel reperire le condizioni ottimali di regata.

Sempre per restare in tema di condizioni ottimali naturale è il richiamo a Coluccia dove la stagione 2018, a casa del carismatico “Steddu” il 7 e 9 settembre, conoscerà il suo epilogo ed i nomi dei vincitori di tutti i suoi titoli.

GALLERIA FOTO Test Windsurfer New BOARD COBRA/Windsurfer #2

IMG_0097


Inserito da Guido Amato 29 dicembre 2017
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam