World Sailing elegge il cinese Quanhai Li come nuovo presidente

Kim Andersen sostituito dal suo vice presidente Quanhai Li a capo della International Sailing Federation, organismo mondiale della vela. Il polacco Tomasz Chamera scelto come vice presidente del nuovo governo eletto, con l'austriaca Sarah Kenny, il sudafricano Philip Baum, il francese Yann Rocherieux, il turco Duriye Özlem Akdurak, l'irlandese Marcus Spillane e l'americano Cory Sertl.

Quanhai Li è stato eletto presidente di World Sailing con 68 voti su 128, prevalendo sul danese Kim Andersen (60 voti per lui) all’esito del secondo turno di voto. Nessuno dei quattro candidati alla presidenza ha ottenuto più del 50% dei voti al primo turno.  

Li Quanhai e la cinese Yin Jian a Qingdao (Olimpiadi di Pechino 2008) dopo la vincita della medaglia d’oro nella classe RS: X femminile.

Insieme a Quanhai Li, faranno parte del board l’attivissimo polacco Tomasz Chamera, l’austriaca Sarah Kenny, il sudafricano Philip Baum, il francese Yann Rocherieux, il turco Duriye Özlem Akdurak, l’irlandese Marcus Spillane e l’americano Cory Sertl. 

Fino all’assemblea generale programmata nel 2024 il consiglio resterà in carica, mantenendo tale composizione. Li vanta una vasta esperienza nel settore in quanto è stato segretario generale della Chinese Yachting Association, direttore generale della China Water Sports Administration, presidente della Asian Sailing Federation, giudice internazionale, membro del consiglio e vicepresidente di World Sailing. 

Francesco Ettorre (Presidente F.I.V.), Maurizio Bufalini e Vincenzo Baglione rispettivamente Presidente e Segretario della Windsurfer World IWCA

Il presidente FIV Francesco Ettorre (foto in alto a sinistra) insieme al membro italiano del Council di World Sailing, Walter Cavallucci, ha partecipato alle fasi elettorali del nuovo governo della vela mondiale:
 “L’elezione di Quanhai Li alla guida di World Sailing è un risultato notevole e per nulla scontato e rappresenta una importante novità.” – ha di chiarato Ettorre –  sottolineando con soddisfazione che “l’Italia ha lavorato per questo risultato essendo stata la prima nazione importante del panorama internazionale ad appoggiare sin dall’inizio la candidatura di Quanhai Li, e questo in un voto deciso in volata ha avuto il suo peso.”
 
“Ci attendiamo una spinta forte al mondo del Windsurf da parte del nuovo Presidente”, – ha dichiarato il Presidente dell’IWCA (International Windsurfer Class Association) Maurizio Bufalini (foto in alto al centro)- “tanto più a quello delle tavole tradizionali, di cui la Windsurfer class è fra quelle più rappresentate e seguite. Ricordiamo che Li e la Federazione Cinese hanno cercato fino all’ultimo, con interventi ben motivati, di salvare l’attività della classe RS:X rispetto al foil, per le Olimpiadi del 2024”. 

Per Vincenzo Baglione, segretario della IWCA (foto il alto a destra) – “Il nuovo presidente Quanhai Li conosce bene pregi e difetti di World Sailing (avendone fatto parte negli ultimi otto anni) potrà intervenire sulle priorità per rafforzare l’organo supremo della vela mondiale. Penso che Quanhai Li con il suo vice presidente Thomsz Chamera e gli altri esperti componenti eletti,” – ha sottolieato Baglione – “potrà ben interpretare le esigenze dalla piccola alla grande vela.
Ci si auspica che questo gruppo prenderà in grande considerazione lo sport delle tavole a vela in tutte le sue discipline e classi dall’ultima generazione dei foil a quella della Windsurfer. Quest’ultima protagonista assoluta nel passato ed ancora oggi per aver avvicinato migliaia di appassionati al mondo della vela ed in tutte le classi comprese quelle olimpiche.

Guido Amato


Inserito da Redazione 11 Novembre 2020
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam