Vela: Youth World Sailing 2016 Auckland

Tre podi per gli Azzurri in Nuova Zelanda: Alexandra Stalder e Silvia Speri sono argento nel 420 femminile; Paolo Giargia è vicecampione nella Laser Radial; bronzo per Carolina Albano nella Radial

Di Edoardo Ullo

Si chiude con tre podi iridati l’esperienza della squadra Azzurra alla Youth World Sailing 2016 che si è appena conclusa nello specchio d’acqua di Auckland, in Nuova Zelanda, teatro dell’evento che ha ospitato 389 velisti provenienti da 65 nazioni.

Dalla terra dei Kiwi arrivano gli argenti di Alexandra Stalder e Silvia Speri nel 420 femminile, di Paolo Giargia nel Laser Radial maschile ed il bronzo per Carolina Albano nella Radial. Questi tre podi, assieme ad alcuni piazzamenti nella top ten delle nove classi che si sono sfidate in quattro giorni di regata intensi, hanno permesso alla Nazionale Azzurra di aggiudicarsi il Trofeo per le Nazioni.

L’ultima giornata di prove di questi Mondiali giovanili Under 19 ha decretato i campioni mondiali. Nella classe 420 femminile, dunque, Alexandra Stalder e Silvia Speri sono d’argento. A batterle sono le polacche Julia Szmith ed Anna Dzick che hanno superato le italiane con un punteggio netto di 26 punti dopo nove regate. Le azzurre hanno chiuso a quota 38 mentre sul gradino più basso del podio sono salite le francesi Violette Dorange e Camille Orion.

L’altro argento Azzurro è conquistato da Paolo Giargia nella Laser Radial, battuto solo dall’australiano Finnian Alexander che, dopo una “falsa partenza” nella prima prova, ha dominato vincendo 4 regate di fila e si è limitato a controllare i possibili ritorni degli avversari. Sul gradino più basso del podio lo statunitense Carsonn Pearce.

Carolina Albano è bronzo nella Radial. Un po’ amaro visto che l’italiana ha chiuso le sue 9 regate con gli stessi punti (45) della croata Sandra Luli con quest’ultima favorita dagli scarti. L’oro è andato alla uruguaiana Dolores Moreira Fraschini.

Nella RS:X maschile il ritorno degli israeliani dopo la vergognosa estromissione dello scorso anno da parte degli organizzatori in Malesia coincide con il successo.

E’ Yoar Omer a trionfare nelle tavole a vela. Piuttosto nettamente. L’israeliano ha vinto a mani basse chiudendo con 18 punti: 30 in meno dell’olandese Sil Hoekstra e 42 in meno del cinese Chen Heo Chen.

Sesto posto per Matteo Camboni con 95 punti dopo 13 prove.

Nella RS:X femminile trionfa la britannica Emma Wilson con 23 punti; l’israeliana Katy Spychakov è argento mentre la peruviana Maria Belen Bazo sale sul gradino più basso del podio. Sesto posto per Giorgia Speciale.

Nella 420 maschile, gli americani Wiley Rogers e Jack Parkin vincono di misura l’oro. Una sola lunghezza li separa dagli israeliani Ido Bilik ed Olef Shalgi. Bronzo per gli argentini Fausto Peralta e Martin Arroyo Verdi che hanno preceduto gli azzurri Edoardo Ferraro e Francesco Orlando. Fatali alla coppia le ultime due regate chiuse al 18o e 15o posto.

La 29er maschile parla Gran Bretagna: Crispin Beaumont e Tom Barling hanno la meglio sui francesi Gwendal Neal e Lilian Mercier. Bronzo agli australiani John Cooley e Simon Hoffman. Ottavi e lontani dalla zona podio, gli italiani Federico Zampiccoli e Leonardo Chiste, ottavi a quota 109.

Le australiane Bryant-Wilson dominano nel doppio acrobatico 29er Femminile vincendo l’oro senza particolari problemi grazie ad un ruolino di marcia impressionante che le ha viste solo tre volte non chiudere sul podio le regate. Argento alle polacche Aleksandra Melzacka e Maja Micinska davanti (e di strettissima misura) alle neozelandesi Greta e Kate Stewart.

Il mondiale Nacra 15 è francese ed è amarissimo per gli italiani. Il duo transalpino Mourniac-Dorange domina in lungo ed in largo chiudendo con 24 punti. Sul podio, appaiati a 55 punti gli statunitensi Screve-Brill (argento) e i belgi Demesmaeker-Maenhaut (bronzo). Gli azzurrini Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei sono quarti ad appena tre lunghezze di distacco. La tredicesima ed ultima regata, chiusa al dodicesimo posto ha “condannato” gli italiani alla medaglia di legno.

Nel Trofeo delle Nazioni, come detto, vittoria italiana davanti alla Gran Bretagna ed alla Francia. Quarto posto per Israele.

Più dettagli sul sito ufficiale della kermesse iridata: http://isafyouthworlds.com/home.php

ECCO LE CLASSIFICHE.

http://www.isafyouthworlds.com/results/2016_auckland_newzealand.php

     

 


Inserito da Redazione 20 Dicembre 2016
Albaria Prima Pagina è una pubblicazione, edita da Albaria A.S.D., iscritta il 26/03/1983 al n. 10 del registro della stampa presso il Tribunale di Palermo. E-mail albariapress@albaria.com


Esplora le webcam